La dolce vita è assicurata con trail impegnativi e splendidi itinerari per il cicloturismo e per la bici da corsa. Intorno al lago di Caldaro, le vacanze in bici si trascorrono nel segno del clima mediterraneo e di una delle stagioni ciclistiche più lunghe nelle Alpi.

Grazie all'altitudine limitata, i dintorni del capoluogo Bolzano sono avvantaggiati dal punto di vista climatico. In febbraio e marzo, se quasi ovunque in Alto Adige regna ancora l'inverno, spesso il gelo ha già lasciato le zone di Caldaro, Cortaccia, Andriano, Termeno o Terlano consentendo ai ciclisti su strada di allenarsi per la stagione che sta per cominciare.

Lo stesso vale per l'autunno: nella parte meridionale dell'Alto Adige si possono fare splendidi giri in mountain bike o bici da corsa fino a fine novembre.

I motivi per scegliere la zona di Bolzano e dintorni
  • La primavera è la stagione degli asparagi e della fioritura dei meli
  • Il passo Mendola per i ciclisti su strada
  • Il labirinto di sentieri del bosco di Monticolo
  • Il Colle per gli enduristi e i freerider più voraci
La regione e come raggiungerla
L'area di Bolzano è raggiungibile da Verona in circa 1,5 ore lungo l'autostrada del Brennero fino all'uscita di Bolzano Nord. Si possono poi seguire le indicazioni per Bolzano e raggiungere l'altopiano del Renon.

Dall'uscita Bolzano Sud dell'autostrada si possono raggiungere la val Sarentino, Laives, Bronzolo e Vadena. Per raggiungere Appiano e Caldaro si prende la superstrada Bolzano-Merano per qualche chilometro e si prende la prima uscita. La seconda uscita porta invece a Terlano, Meltina e Andriano.

Dall'uscita Egna-Ora-Termeno dell'autostrada, andando verso Ovest (a sinistra quindi venendo da Sud) si raggiungono le località di Caldaro, Termeno, Cortaccia, Magré, Cortina sulla Strada del Vino. Verso Est invece (svoltando a destra se si arriva da Sud) si arriva a Egna, Ora, Salorno, Montagna, Aldino, Trodena – San Lugano e Anterivo.